Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati, pubblicità e funzionamento della piattaforma.

aggiungi chiudi

La cittadina di Cagli sorge su un altopiano alle pendici del monte Petrano, tra i fiumi Bosso e Burano lungo la via Flaminia che collegava Rimini a Roma.

L'antica Cale costituiva nel VI secolo uno dei capisaldi della Pentapoli bizantina insieme ad Urbino, Fossombrone, Gubbio e Jesi.

Le sue origini tuttavia sono molto più antiche, come testimoniato da numerosi reperti rinvenuti nel territorio. Inizialmente la città si ergeva sul promontorio della Banderuola, fino al 1287, anno in cui subì un incendio durante la guerra tra i Guelfi e i Ghibellini. Due anni più tardi sotto la protezione di Papa Niccolò IV venne traslata e ricostruita nel sottostante pianoro dove già si trovava un borgo con edifici religiosi e civili.

Istituito Libero Comune fin dal XII secolo, Cagli si distinse per una efficace politica di espansione che la vide assoggettare oltre 50 castelli appartenenti alla nobiltà rurale ed ecclesiale dei dintorni.

In epoca rinascimentale, la florida città di Cagli divenne uno dei capisaldi del territorio del Montefeltro.

Il Duca Federico fece fortificare la città costruendo una rocca imponente progettata, come le altre del ducato, dall'architetto militare Francesco Di Giorgio Martini. Della Rocca purtroppo rimangono oggi pochi ruderi conservati nel Convento dei Padri Cappuccini ed il maestoso Torrione che sopravvisse allo smantellamento della fortezza operato nel 1502 per evitare che venisse conquistata da Cesare Borgia. Dal Torrione si accede ancora oggi, al "soccorso coverto", il lungo camminamento segreto che collegava la torre alla sovrastante Rocca.

Sotto la signoria dei Montefeltro, Cagli sviluppò notevolmente la sua attività manifatturiera, artigianale ed artistica fino al 1631, quando come gli altri possedimenti del ducato di Urbino, passò allo stato Pontificio.

Oggi Cagli continua ad essere una animata cittadina con un ricco patrimonio storico, culturale ed artistico.
Tra gli eventi da non perdere: lo storico Palio dell'Oca, la manifestazione enogastronomica Distinti Salumi, la Processione del Cristo Morto e del Corpus Domini.

  • Città

Dettagli

Luogo

61043 Cagli (PU)