Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati, pubblicità e funzionamento della piattaforma.

aggiungi chiudi
  • Oratorio

Oratorio della Grotta

La cripta della Cattedrale di Urbino custodiva in origine le reliquie di S. Crescentino, trasportato ad Urbino nel 1068 ad opera del Beato Mainardo Vescovo.

Nel 1501 su concessione di Guidobaldo I Montefeltro duca di Urbino, vi si insediò la Confraternita del Crocifisso e, nel primo ventennio del XVI secolo, le stanze furono trasformate nelle Cappelle della Nascita, Morte e Sepoltura di Cristo, costruendo un itinerario liturgico che immaginava di ripercorrere i luoghi del pellegrinaggio in Terrasanta.

Nel secolo successivo, le grotte acquisirono un altro ambiente che, su progetto dell'architetto urbinate Muzio Oddi divenne la Cappella della Resurrezione. L'attuale assetto si deve all'architetto Valadier che a seguito del terremoto del 1789 concepì il rifacimento in stile neoclassico.

L'Oratorio della Grotta presenta tra i suoi tesori una splendida Pietà in marmo eseguita da Giovanni Bandini nel 1597 su commissione di Guidobaldo I Montefeltro.
L'Oratorio della Grotta è parte integrante del Museo Diocesano Albani ospitando una parte della collezione.
Il percorso espositivo nel rispetto del luogo di culto e di pietà, si propone come sede di mostre temporanee.

  • Oratorio

Dettagli

Indirizzo

P.zza Pascoli
61029 Urbino (PU)
tel:
(+39) 0722 322529